Pubblicato il Lascia un commento

Cioccoboule banana e cocco

Ecco un tartufo gradevole e fresco grazie alla polpa di banana e al cocco râpé utilizzato quest’ultimo sia all’interno che all’esterno come decorazione.

Per il suo gusto intenso, reso vellutato dalla presenza del cioccolato bianco e del rhum invecchiato, si può proporre praticamente tutto l’anno, iniziando proprio da questo mese.

INGREDIENTI

  • Cioccolato bianco g 900
  • Panna g 400
  • Polpa di banana fresca g 100
  • Bacca di vaniglia n.1
  • Zucchero invertito g 80
  • Glucosio g 40
  • Burro g 100
  • Rhum invecchiato g 30
  • Cocco râpé g 150

PROCEDIMENTO

Portare a ebollizione la panna, la bacca di vaniglia e la polpa di banana, quindi togliere la bacca, versare il composto sul cioccolato bianco e fare un’emulsione.

Lasciare raffreddare a 33-34°C, quindi aggiungere 100 g di burro, il rhum invecchiato e per ultimo il cocco râpé.

Riempire quindi il corpo cavo e ingranellare la pralina nel cocco râpé.


Una ricetta unica per un autunno unico.

La Torta di zucca e cioccolato morbido fondente

Acquista on line


Praline Belle Hélène

Dalla classica, deliziosa torta a base di cioccolato e per, ecco una fresca e gradevole variante da provare sia da sola che con l’alternativa della salsa alle pere.

Per una migliore riuscita della ricetta la nostra esperta consiglia di utilizzare pere di qualità Williams dolci e succose che conferiscono una marcia in più sia alle praline e che alla salsa.

INGREDIENTI

  • Panna UHT g 390
  • Glucosio g 390
  • Burro g 195
  • Zucchero semolato g 775
  • Bacche di vaniglia n.2
  • Pizzico di sale
  • Copertura fondente g 120
  • Burro anidro g 80
  • Pere stabilizate a cubetti q.b.

PER LA SALSA ALLE PERE BELLE Hélène


  • Pere Williams n.4
  • Limone n.1
  • Zucchero g 160
  • Acqua cl 40
  • Stecca di vaniglia n.1
  • Copertura fondente g 120
  • Burro anidro g 80

PROCEDIMENTO

In una casseruola di rame caramellare lo zucchero col glucosio, aggiungere gradatamente la panna calda, il burro, la vaniglia e il sale.

Preparare delle coppette con la gomma piuma avvolta in un sacchetto alimentare immergendola per tre quarti nella copertura fondente precristallizzata.

Con l’aiuto di una tasca da pasticceria fare un piccolo strato di mou sul fondo della coppetta posizionare dei cubetti di pera e coprire bene il tutto con la salsa al cioccolato precedentemente preparata unendo il burro anidro morbido al cioccolato preparato unendo il burro anidro morbido al cioccolato precristallizzato.

Lasciare cristallizzare in frigorifero, spolverare poi di cacao e decorare con una goccia di copertura fondente impreziosita con un tocco di foglia oro.

PER LA SALSA DI PERE BELLE HÉLÈNE

Sbucciare le pere, dividere a metà, eliminare semi e torsolo, strofinarle con il limone perché non anneriscano.

In una casseruola preparare uno sciroppo con acqua, zucchero e vaniglia, immergervi le pere e farle cuocere a fuoco dolce.

Una volta cotte, lasciarle raffreddare nello sciroppo.

Sgocciolarle, metterle nel piatto da portata e tenerle al fresco.

Al momento di servire preparare la salsa al cioccolato, sciogliendo quest’ultimo e aggiungendo il burro anidro.

Ricoprire le pere fredde con la salsa calda.


Pralina al Lime

Una proposta fresca, utilizzata anche nella ristorazione come fine pasto. Il consiglio dello chef pâtissier ? . Le decorazioni non devono sovrastare, ma armonizzarsi con i colori e le dimensioni del dolce proposto, senza dimenticarsi di prestare attenzione al bilanciamento degli ingredienti per un’idea regalo o un dopo cena in famiglia, e comunicare un’idea di freschezza e di avvicendamento delle differenti proposte.

INGREDIENTI

  • Zucchero g 200
  • Panna fresca g 800
  • Bucce di lime g 300
  • Copertura latte g 1.000
  • Liquore di limone g 200

PROCEDIMENTO

Bollire la panna, lo zucchero, il glucosio, il succo di lime, le bucce di lime. Filtrare il tutto e versare sulla copertura bianca. Quando il composto risulterà freddo, unire il liquore. Colare in telai alti 2-3 cm.

MONTAGGIO

Una volta fredda, tagliare con la chitarra e ricoprire con il cioccolato.

Per l’arco in cioccolato, stendere su un foglio di acetato uno strato di fondente, spatolandolo continuamente, in modo da renderlo elastico.

Quando comincia a cristallizzare, fermarsi, incidere e fare aderire ad un tubo di plexiglas, lasciare indurire e poi togliere.


Pralina raffinata all’olio d’oliva

Si tratta di una creazione speciale, in cui si utilizza soltanto olio extra vergine prodotto con l’olio degli oliveti di alcune aziende agrarie site nei comuni dei colli euganei, che uniscono le città di Teolo Rovolon e Arquà Petrarca nel cuore del Veneto. Un’ulteriore particolarità di queste praline è data dalla presenza dell’olio nuovo che, grazie a una particolare tecnica di conservazione messa a punto personalmente dal suo autore, mantiene il colore e il sapore del nuovo fino all’anno successivo.

INGREDIENTI

  • Copertura di latte g 1.000
  • Olio extra vergine d’oliva g 200
  • Burro anidro g 200

PROCEDIMENTO

Temperare il cioccolato, unire agli altri ingredienti e colare negli stampi.

Lasciare cristallizzare per 12 ore a una temperatura di 16°/18°C con un’umidità del 50%


TORTA CAPRESE

Si tratta di un dolce tipico della costiera amalfitana, reinterpretato poi a Capri, espressione del territorio quando all’utilizzo del cioccolato abbinato alle mandorle e soprattutto alle nocciole tonde IGP di Giffoni. Da notare in questa torta il motivo decorativo adottato da lo chef pâtissier come firma e suo elemento distintivo rispetto alle proposte classiche che riproducono in genere i faraglioni capresi.

INGREDIENTI

  • Burro fresco. g 200
  • Zucchero. g 300
  • Mandorle tostate in polvere. g 200
  • Nocciole tostate di Giffoni g 100
  • Cioccolato fondente g 270
  • Cacao g 20
  • Tuorli g 160 (n.8)
  • Albumi montati g 240 (n.8)
  • Lievito g 8

PROCEDIMENTO

Montare il burro con lo zucchero quindi unire i tuorli d’uovo.

A parte, ridurre in polvere il cioccolato fondente e le mandorle, miscelare insieme il cacao e il lievito.

Unire tutte le polveri nel burro montato con lo zucchero e i tuorli e aggiungere l’albume leggermente montato.

Cuocere in forno a 165°C per 35-40 minuti.


Tradizionale via del gusto:- Il dolce del Santo al Cioccolato

  • Base di pasta sfoglia
  • crema al cioccolato
  • Arancio cotto a bassa temperatura
  • Soffice pan di Spagna mandorla e cioccolato

Acquista in shop on line


Torta specchio

Un dolce ideale per il periodo autunnale perché ricco ed energetico, e bello da esporre in negozio grazie alla sua eleganza e alla lucentezza. Una torta invitante per la massiccia presenza di cioccolato e particolarmente adatta per un’idea regalo o un goloso dopo cena.

INGREDIENTI

PER IL BISCUIT VIENNOIS AL CIOCCOLATO


  • Farina di nocciole g 50
  • Farina di mandorle g 50
  • Zucchero a velo g 100
  • Uova intere g 80
  • Tuorli g 60
  • Albume fresco g 150
  • Zucchero semolato g 70
  • Farina debole g 40
  • Cacao in polvere g 30

PER LA CRÈME BRULÉE VANIGLIA E LAMPONI


  • Latte intero g 115
  • Bacche di vaniglia n.2/3
  • Panna g 345
  • Tuorlo g 110
  • Zucchero semolato g 110
  • Colla di pesce g 6
  • Lamponi g 322

PER LA MOUSSE CIOCCOLATO AMARO


  • Latte intero g 151
  • Panna g 30
  • Zucchero semolato g 20
  • Zucchero semolato g 35
  • Tuorlo g 91
  • Colla di pesce g 7
  • Copertura Manjari al 64% g 212
  • Panna g 303

Dolci di compleanno consegna a domicilio . Di pasticceria e Gelateria

PROCEDIMENTO

PER IL BISCUIT VIENNOIS CIOCCOLATO


Procedimento: montare nella planetaria la farina di mandorle e di nocciole, lo zucchero a velo, i tuorli e le uova.

Nel frattempo montare gli albumi e aggiungere progressivamente lo zucchero semolato. Unire i due composti. Setacciare ed incorporare la farina ed il cacao in polvere.

Cuocere i fondi a 200°C per circa 12 min. Spargere alla fine le nocciole tritate.

PER LA CRÈME BRULÉE VANIGLIA E LAMPONI


Unire latte, vaniglia, panna, tuorli, zucchero semolato colla di pesce e lamponi.

Far bollire il latte, la panna e le stecche di vaniglia. Lasciare in infusione per qualche minuto. Versare sui tuorli sbianchiti con lo zucchero. Cuocere a 85°C e incorporare la gelatina rammollita e ben strizzata. Versare in cerchi da 16 cm di diametro e guarnire con i lamponi freschi. Passare in congelatore.

PER LA MOUSSE AL CIOCCOLATO AMARO MANJARI


Far bollire il latte, la panna e lo zucchero semolato (20g). Montare alla frusta i tuorli insieme ai 35 g di zucchero semolato ed incorporare il latte bollente.

Cuocere a 85°C e aggiungere la gelatina rammollita e ben strizzata. Versare sulla copertura tritata finemente.

Raffreddare a 35°C e aggiungere la panna montata.

Per il cioccolato Belcolade al 61% diminuire la crema inglese altrimenti risulterebbe troppo dolce.

DECORAZIONE

Amalgamare bene della gomma lacca per uova ( oppure gomma arabica per pasticcini) con alcool e oro in polvere ( oppure bronzo o argento) e aggiungere mandorle sbriciolate o filetti.

COMPOSIZIONE

  • Biscuit viennois al cioccolato
  • Crème brulée vaniglia lamponi
  • Mousse al cioccolato amaro

Tavolette anice e cannella

Due proposte speziate particolarmente invitanti perché dal gusto gradevolmente intenso. Come si sa, le spezie, e queste nello specifico, esaltano il sapore del cioccolato. Se la prima, quella alla cannella, è già più nota e apprezzata, del tutto originale risulta la seconda, che grazie all’abbinamento con l’anice, diventa freschissima.


INGREDIENTI

Tavoletta all’anice


  • Cioccolato fondente (Ecuador) g 1000
  • Olio essenziale all’anice g 0.2
  • Anice in polvere g 15

TAVOLETTA ALLA CANNELLA


  • Cioccolato fondente (Venezuela) g 300
  • Olio essenziale alla cannella g 0.2
  • Cannella in polvere g 20

PROCEDIMENTO


Spruzzare leggermente lo stampo con la soluzione scura e versare il cioccolato profumato. Lasciare cristallizzare, togliere dalla forma, chiudere in carta trasparente (confezionare molto aderente) e mettere etichetta ingredienti.


Originale Torta Sacher viennese

  • Cioccolato in glassa
  • Marmellata di albicocca
  • Cake al cioccolato

La ricetta del gusto webpage


TRICIOCOLAT

Un dolce ricco, nutriente e goloso, nato da una creazione nel bicchierino riproposta a torta, e realizzato con tre tipi di cioccolato, resi evidenti dalle diverse tonalità dei motivi decorativi.

Ideale da servire nei mesi autunnali e invernali, ma richiesto e apprezzato tutto l’anno perché servito freddo, a 3°C, e quindi piacevole e invitante anche con temperature ancora elevate.

INGREDIENTI

PER IL PAN DI SPAGNA AL CIOCCOLATO


  • Uovo intere g 425
  • Tuorli g 125
  • Albumi g 300
  • Zucchero semolato g 400
  • Purea d’arance candite g 100
  • Grand Marnier g 30
  • Farina debole gr 75
  • Fecola di patate g 75
  • Cacao in polvere 22-24% g 75

PER LA CREMA INGLESE


  • Latte intero g 250
  • Panna g 250
  • Zucchero semolato g 125
  • Tuorli g 125
  • Bacche di vaniglia n.2

PER LA MOUSSE

AL CIOCCOLATO FONDENTE


  • Crema inglese g 450
  • Cioccolato fondente Regina g 450
  • Panna semimontata g 450

PER LA MOUSSE AL CIOCCOLATO BIANCO


  • Crema inglese g 450
  • Cioccolato bianco Edelweiss g 600
  • Panna semimontata g 600
  • Gelatina alimentare g 5

PER LA MOUSSE AL CIOCCOLATO AL LATTE


  • Crema inglese g 400
  • Cioccolato al latte g 600
  • Panna semimontata g 600

PROCEDIMENTO

PER IL PAN DI SPAGNA AL CIOCCOLATO


Montare il tutto aggiungendo il Grand Marnier; a parte montare 300 g di albumi e 100 g di zucchero semolato; a parte preparare la farina debole, la fecola di patate e il cacao in polvere al 22-24%.

Con il metodo classico fare le due montate, unirle e infine aggiungere le polveri miscelando delicatamente.

Stendere su un silpat di dimensioni 60×40 cm con stendibene e infornare a 210°C per 8 minuti circa.

PER LA CREMA INGLESE


Mettere in infusione le bacche con il latte e la panna, portare a ebollizione; filtrare e a parte miscelare i tuorli con lo zucchero, versare sul latte e la panna caldi, rimettere sul fuoco e arrivare ad 85°C, quindi raffreddare.

PER LA MOUSSE AL CIOCCOLATO FONDENTE


Aggiungere al cioccolato in tempera la crema inglese poi la panna. Versare su di cerchi di 1 cm di altezza quindi abbattere di temperatura.

PER LA MOUSSE AL CIOCCOLATO BIANCO


Attuare lo stesso procedimento della mousse precedente.

PER LA MOUSSE AL CIOCCOLATO AL LATTE


Attuare lo stesso procedimento della mousse precedente.

MONTAGGIO DEL DOLCE

Su un cerchio di 2 cm di diametro, maggiore rispetto ai cerchi utilizzati per gli inserimenti, versare un piccolo strato di mousse al cioccolato, inserire gli inserimenti partendo da quello al latte poi bianco e infine fondente; con un sac à poche riempire gli spazi vuoti.

Chiudere con pan di Spagna al cioccolato, livellare con disco rigido e abbattere.

DECORAZIONE

Preparare differenti motivi in cioccolato.



Delizia al cioccolato e nocciole

Una proposta ricca e nutriente, golosa e invitante, caratterizzata dalla corposa presenza del cioccolato e dal tocco vellutato della nocciola.

INGREDIENTI

PER IL BISCOTTO AL CIOCCOLATO AMARO


  • Albumi g 200
  • Zucchero g 180 (80 + 100)
  • Farina g 10
  • Burro g 100
  • Pasta di cacao pura g 200

PER IL CREMOSO DI CIOCCOLATO ALLA NOCCIOLA


  • Latte 250 g
  • Panna g 250
  • Tuorli g 180 (circa 9)
  • Zucchero g 50
  • Copertura fondente al 66% g 150
  • Copertura al latte g 100
  • Pasta di nocciola g 100

PER IL FONDO CROCCANTE


  • Zucchero grezzo g 150
  • Burro in pomata g 120
  • Mandorle affettate g 100
  • Farina g 10
  • Sale g 2

PER IL PRALINATO VELLUTATO


  • Zucchero g 100
  • Panna g 120
  • Nocciole g 250

PER LA GLASSATURA AL CIOCCOLATO


  • Acqua g 100
  • Panna g 120
  • Zucchero g 130
  • Fogli di gelatina imbevuti e strizzati g 12 circa (fino a 6)
  • Copertura fondente al 66% g 130
  • Cacao in polvere g 20
  • Pasta di cacao pura g 100
  • Copertura neutra g 120

PROCEDIMENTO

PER IL BISCOTTO AL CIOCCOLATO AMARO


Montare gli albumi con80 g di zucchero, incorporare quindi lo zucchero restante e poi la farina; aggiungere il burro e la pasta di cacao, stendere sul silpat, cuocere in forno a 100°C per circa 8 minuti.

PER IL CREMOSO DI CIOCCOLATO ALLA NOCCIOLA


Portare il latte a ebollizione con la panna, versare sui tuorli sbiancati con lo zucchero, ridurre la crema così ottenuta, aggiungere le coperture e la pasta di nocciola, lisciare e stendere subito.

PER IL FONDO CROCCANTE


Mescolare tutti gli ingredienti, stendere sul silpat, cuocere in forno a 150°C per 10 minuti circa.

PER IL PRALINATO VELLUTATO


Cuocere lo zucchero con l’acqua fino a che si caramelli, aggiungere le nocciole, farle ammassare, mescolare stendere sul silpat con l’aiuto di un passino, cuocere in forno a 100°C per 10 minuti circa; disporre i dischi di 18 cm di diametro e mettere da parte.

PER LA GLASSATURA AL CIOCCOLATO


Scaldare l’acqua con la panna e lo zucchero, aggiungere la gelatina, versare il tutto sulla copertura, il cacao e la pasta di cacao, quindi mescolare.

Incorporare la copertura neutra e mescolare nuovamente.

MONTAGGIO

In un inserimento rotondo di 20 cm di diametro e 4 cm di altezza approntare uno strato di cremoso di cioccolato alla nocciola, spargere di nocciole caramellate, collocare un disco di biscotto al cioccolato amaro, ricoprire con uno strato di cremoso, incrostare un disco di pralinato vellutato, quindi un fondo croccante, abbattere di temperatura.

FINITURA E PRESENTAZIONE

Girare, sformare il dolce, glassarlo completamente con glassatura al cioccolato alla nocciola. Decorare con motivi di cioccolato

Prezioso

Dall’aspetto raffinato grazie alla forma, alla glassatura fondente e ai riccioli di cioccolato resi ancor più golosi dall’effetto ghiacciato, questo dolce risulta ideale per chiudere in bellezza una cena a due o come sofisticata idea regalo.

INGREDIENTI

Per il dacquoise alla mandorla


  • Mandorle intere g 155
  • Zucchero ghiacciato g 280
  • Mandorle in polvere g 150
  • Farina g 50
  • Albumi g 375 ( circa 12)
  • Zucchero semolato g 138
  • Mandorle macinate q.b.

PER LA MOUSSE CON CIOCCOLATO ALLE MANDORLE


  • Zucchero g 250
  • Tuorli g 12
  • Fogli di gelatina imbevuti e strizzati g 8 circa (n.4)
  • Crema sbattuta g 1.000
  • Sciroppo d’orzata g 300
  • Copertura fondente al 72% g 500

GELÉE AL CACAO


  • Acqua g 280
  • Zucchero g 360
  • Crema g 240
  • Cacao in polvere g 120
  • Fogli di gelatina imbevuti e strizzati g 20 circa ( n.8)

PROCEDIMENTO

PER IL DACQUOISE ALLA MANDORLA


Mescolare in un cutter le mandorle intere con lo zucchero ghiacciato, le mandorle in polvere e la farina.

Setacciare l’impasto ottenuto, incorporando delicatamente con l’aiuto di una spatola negli albumi montati con lo zucchero semolato.

Stendere sulla carta da forno con l’aiuto di un sac à poche, cospargere con le mandorle macinate, cuocere in forno a 180°C per circa 20 minuti.

PER LA MOUSSE CON CIOCCOLATO ALLE MANDORLE


Cuocere lo zucchero a 115°C, versarlo sui tuorli e sbattere con la frusta fino a completo raffreddamento aggiungere quindi la gelatina.

Incorporare la crema, lo sciroppo d’orzata, la copertura fusa e stendere subito.

GELÉE AL CACAO


Portare l’acqua ad ebollizione con lo zucchero e la crema. Aggiungere il cacao in polvere, far bollire per circa 3 minuti; una volta tolta dal fuoco aggiungere la gelatina, passare al setaccio e mantenere al fresco.

MONTAGGIO

In un inserimento esagonale di 22 cm di diametro e 4,5 cm di altezza, collocare un fondo di dacquoise alla mandorla, approntare uno strato di 1 cm di spessore di mousse di cioccolato alle mandorle.

Ripetere l’operazione, terminare con un terzo fondo di dacquoise e lisciare con la mousse. Abbattere di temperatura.

FINITURA E PRESENTAZIONE

Sfornare il dolce, ricoprirlo completamente con la gelatina al cacao, collocare intorno al dolce le placchette di cioccolato. Per la decorazione utilizzate: dei grandi riccioli di cioccolato e spolverare di zucchero ghiacciato.


Cioccoristretto

Con Praline Croquantine

Una proposta in bicchierino allettante e nutriente grazie alla duplice stratificazione data dall’utilizzo di tre differenti cru e dalla panna montata.

INGREDIENTI

PER IL RISTRETTO GELÉE


  • Caffè ristretto g 100
  • Fogli di gelatina g 2
  • Zucchero g 5

PER LA MOUSSELINE RISTRETTO BIANCO


  • Latte g 65
  • Chicchi di caffè tostati g 40
  • Tuorli g 50
  • Zucchero g 50
  • Succo d’arancia g 15
  • Fogli di gelatina g 2
  • Albumi g 25
  • Zucchero g 13
  • Panna montata al 35% di m.g. g 225

PER LE PRALINE CRUNCH


  • Praline Croquantine g 75
  • Marocaibo Criolait 38% g 25

PER LA CREMA CIOCCOSTRETTO


  • Latte g 65
  • Elvesia 74% g 50
  • Praline Croquantine g 40
  • Panna montata 35%. g 90

PROCEDIMENTO

PER IL RISTRETTO GELÉE


Mescolare il caffè ristretto caldo e lo zucchero. Aggiungere i fogli di gelatina sciolta e mescolata bene, il tutto. Riempire 1/3 di bicchiere con il Gelée Ristretto e raffreddare in frigorifero.

PER LA MOUSSELINE RISTRETTO BIANCO


Lasciare per una notte in infusione il latte e il caffè tostato. Far riposare a parte nel frigo. Filtrare. Montare tuorli e zucchero. Aggiungere succo d’arancia caldo e bollire nuovamente fino ad ottenere una crema inglese (85°C). Aggiungere la gelatina sciolta e mescolare bene. Montare a neve gli albumi e lo zucchero e incorporare nella crema inglese. Incorporare attentamente la panna montata.

PER LE PRALINE CRUNCH


Sciogliere la Praline Croquantine e incorporare il Moracaibo Criolait 38% temperato. Spalmare su un foglio silpat, lasciar riposare e tagliare alcuni dischetti.

PER LA CREMA CIOCCOSTRETTO


Far bollire latte, aggiungere Elvesia 74% e Praline Croquantine. Mescolare bene, incorporare lentamente la panna montata.

MONTAGGIO

Utilizando una sacca per pasticceria stendere uno strato di Mousseline Ristretto Bianco sopra il Gelée ristretto. Mettere sopra un dischetto di Praline Croquantine. Decorare subito con crema Cioccostretto.

DECORAZIONE

Utilizare riccioli di cioccolato o pagliuzze e foglie d’oro.


Tropic Mango

Presenta una forma davvero particolare che ricorda una delle tante famose montagne svizzere questa pralina che è caratterizzata dal sapore intenso del mango utilizzato per la farcitura e candito.

INGREDIENTI

PER IL RISTRETTO GELÉE


  • Panna liquida 35% di m.g. g 200
  • Maracaibo Clasificado 65% g 100
  • Maracaibo Criolait 38% g 50
  • Zucchero invertito g 20
  • Manganosa g 150
  • Mango candito in pezzi q.b.

Procedimento

Scaldare la panna a 30°C. Aggiungere il Maracaibo Classificado 65% e il Maracaibo Criolait 38%, lo zucchero invertito e la crema da riempire Manganosa sciolta. Amalgamare al ganache usando una frusta.

Montaggio

Mettere alcune foglie d’oro nello stampo. Passare una volta il Maracaibo Classificado 65% nello stampo per praline Mythen e lasciar riposare. Riempire con la ganache. Mettere alcuni pezzi di mango canditi, asciutti e far riposare per una notte. Coprire con la copertura Maracaibo Clasificado 65%. Assicurarsi che non ci siano fori o bolle d’aria. Mettere in frigo per 20 minuti. Togliere dallo stampo.

Pubblicato il Lascia un commento

Crostata di zucca

CIOCCOLATO E SALE MALDON

Un dolce ben strutturato, nutriente e particolarmente goloso grazie alla presenza del cioccolato.Da rilevare l’abbinamento speciale del cibo degli dei con la zucca e il sale Maldon presente in scaglie sulla crostata da cui scaturisce un gradevole gusto tra dolce e salato decisamente allettante.

INGREDIENTI

PER LA PASTA FROLLA AL CIOCCOLATO

(PER CIRCA 600 G


  • Burro g 150
  • Zucchero semolato g 150
  • Uova 1 (o 2 se piccole dimensioni)
  • Vaniglia in polvere
  • Lievito in polvere g 6
  • Farina 00 g 280
  • Cacao amaro in polvere g 25
  • Un pizzico di sale

PER L’IMPASTO DI ZUCCA


  • Zucca cotta g 1100
  • Persipan g 1000
  • Liquore all’amaretto g 250
  • Glucosio g 150
  • Sale di Maldon q.b.

PER LA CREMA PASTICCERA (PER CIRCA 700)


  • Latte intero ml 500
  • Stecca di vaniglia 1
  • Farina 00 g 30
  • Fecola di patate g 10
  • Tuorli g 4
  • Zucchero semolato g 80
  • zucchero semolato da polverizzare q.b.

PER LA CREMA GANACHE (PER CIRCA 600 G)


  • Panna liquida ml 250
  • Cioccolato fondente in pastiglie o a pezzetti g 375

PER LA CREMA AL CIOCCOLATO (PER CIRCA 600 G)


  • Crema pasticcera g 300
  • Crema ganache g 300

PROCEDIMENTO

PER LA PASTA FROLLA AL CIOCCOLATO


Lavorare bene a mano, aiutandosi eventualmente con una spatola, il burro tagliato a pezzetti insieme allo zucchero, quindi aggiungervi l’uovo, il sale e un pizzico di vaniglia. Impastare bene fino a ottenere un composto omogeneo. Unire il lievito e la farina, setacciati insieme, e il cacao; quindi impastare bene il tutto fino a ottenere un composto omogeneo e compatto. Formare una palla e avvolgerla nella pellicola trasparente; quindi lasciare riposare in frigorifero per almeno 4 ore prima di utilizzarla.

PER L’IMPASTO DI ZUCCA


Lavorare la zucca cotta con il Persipan, il liquore all’amaretto e il glucosio fino a ottenere un composto liscio e omogeneo.

PER LA CREMA PASTICCERA


Versare il latte in una casseruola, aggiungere la stecca di vaniglia tagliata a metà in senso longitudinale, mescolare e mettere sul fuoco a scaldare. Intanto mettere in una ciotola ampia la farina e la fecola e aggiungervi i tuorli leggermente sbattuti con lo zucchero. Stemperare il composto con un po’ di latte bollente, eliminare la stecca di vaniglia e aggiungere il composto di uova e farina. Fare cuocere per circa 3 minuti, continuando a mescolare bene con la frusta per evitare che si formino grumi. Infine versare la crema pasticcera in un’apposita ciotola e polverizzarla con un po’ di zucchero semolato per evitare che si formi una pellicola sulla superficie. La crema pasticcera si conserva in frigorifero per 2 giorni al massimo.

PER LA CREMA GANACHE


Versare la panna in una casseruola e metterla a scaldare sul fuoco. Portare a ebollizione, poi aggiungere il cioccolato fondente. Mescolare accuratamente con un cucchiaio di legno, finche il cioccolato non si sarà completamente sciolto e bene amalgamato con la panna.

PER LA CREMA AL CIOCCOLATO


In una casseruola preparare la crema pasticcera. Mescolarla bene con un cucchiaio di legno e controllare che non si siano formati grumi ; quindi metterla da parte. In un’altra casseruola preparare la crema ganache. Trasferire la crema pasticcera in una terrina; aggiungervi quindi la crema ganache e mescolare accuratamente con un cucchiaio di legno. Amalgamare perfettamente le due creme fino a ottenere un composto omogeneo.

PER LA CROSTATA DI ZUCCA SALE DI MALDON


Fondere uno stampo, precedentemente imburrato, con la frolla al cioccolato. Riempire circa a 3/4 lo stampo con l’impasto di zucca. Coprire con la crema pasticcera al cioccolato e disporre dei pistacchi sulla superficie. Cuocere a 180°C per circa 40 minuti. Una volta fredda, togliere dallo stampo e decorare con sale di Maldon.

Pubblicato il Lascia un commento

Bavarese allo Champagne

PER L’INTERNO CREMOSO

  • PANNA FRESCA 35% GRASSI 100GR
  • CASSIS PUREA 50GR
  • UOVA TUORLO 20GR
  • ZUCCHERO SEMOLATO 20GR
  • AMIDO DI MAIS 5 GR
  • CIOCCOLATO AVORIO 150GR
  • GELATINA IN FOGLI TIPO ORO 2GR

PER LA BAVARESE ALLO CHAMPAGNE

  • GELATINA IN FOGLI TIPO ORO 8GR
  • ZUCCHERO SEMOLATO 170 GR
  • AMIDO DI MAIS 15GR
  • AMIDO DI RISO 10 GR
  • UOVA TUORLO 20 GR
  • VINO PROSECCO 250GR
  • GRAPPA DI PROSECCO 50GR
  • VINO PROSECCO 100GR
  • PANNA FRESCA MONTATA 35% GRASSI 700GR

PER L’UVA SPADELLATA

  • UVA NERA 300 GR
  • ZUCCHERO DI CANNA GREZZO 50GR
  • GRAPPA DI VINACCE 30GR

PER LA FINITURA

  • BISCOTTO ALLE MANDORLE LEGGERO 120GR
  • BAGNA ALLA VANIGLIA 30GR
  • CIOCCOLATO AVORIO 100GR

PER L’INTERNO CREMOSO:

Realizzate una crema inglese con la panna, la purea di cassis, il tuorlo, lo zucchero e l’amido. Dopo la cottura, quando ancora calda, unire la gelatina ammollata ed il cioccolato tritato grossolanamente. Emulsionate bene con un mixer ad immersione. Colare negli stampi in silicone a forma di semisfera piccola ed abbattere di temperatura a -40°C.

PER LA BAVARESE ALLO CHAMPAGNE

In una ciotola mescolate lo zucchero con gli amidi, unire il tuorlo, lo champagne, versare in una casseruola e cuocere fino a portare il prodotto a 85°C. Strizzare la gelatina ammollata in precedenza, metterla nella crema ancora calda. Quando si sarà raffreddata unire la grappa di prosecco e la seconda parte di vino. Alleggerire con la panna montata. Colare la bavarese negli stampi in silicone a forma di semisfera grande per metà della sua altezza e far stabilizzare qualche minuto in abbattitore. Quando leggermente rappreso inserite il cremoso ancora congelato, colare la rimanente bavarese fino a riempire gli stampi, completare con il bisquit bagnato con la bagna ed abbattere a -40°C.

PER L’UVA SPADELLATA

Tagliare in due gli anici d’uva, miscelarli con lo zucchero e spadellarli in una padella antiaderente ben calda fino a caramellare bene lo zucchero. Sfumare con la grappa, flambare e conservare al caldo.

COMPOSIZIONE FINALE

In un piatto adagiare la cupoletta, decorare con un’evoluzione di cioccolato colato nel ghiaccio ed un chicco d’uva; accompagnare con l’uva spadellata a part, servire calda.

RICETTA SELEZIONATA


  • TIPO DI RICETTA pasticceria
  • MINUTI DI PREPARAZIONE 50
  • PORZIONI 6

VALORI


PER 100 gr

CALORIE 323

GLUCIDI 27

LIPIDI 21

PROTEINE 4

“Origine” Il Vero Dolce del Santo

Pan del Santo come è fatto:

  • Base di pasta sfoglia al Burro,
  • Farcitura abbondante a con marmellata di albicocche
  • Arancio di Sicilia cotto a bassa temperatura.
  • Impasto di mandorle con burro e tuorlo d’uovo.