Cuor di Pazientina

I biscotti di Padova ” Cuor di Pazientina”

Un segreto per apprezzare i biscotti “Cuor di Pazientina” è inzupparli in una tazza di “zabajone” Caldo o in alternativa un ottimo “Gelato allo zabajone“…

… Ma come facciamo per ottenere il gusto la friabilità dei “Cuor di Pazientina “. Noi abbiamo molti appassionati che ci inviano costantemente le migliori mandorle dal Italia e dalle migliori coltivazioni mondiali …

I nostri esperti applicano alla lettera un processo secolare per portare le mandorle a farina con lo zucchero .. ❝vengono pelate, calibrate e raffinate per ottenere una polvere finissima, che presenta una granulometria e un colore uniforme. la raffinazione con lo zucchero evita la fuoriuscita di olio, a garanzia della massima qualità e stabilità del prodotto.

Immaginateveli intinti nello “Zabaione”

Certo le mandorle sono solo un ingrediente ma il principale ad esse ci aggiungiamo solo della farina dello zucchero e un pò di “margarina interamente vegetale senza grassi idrogenati” … Abbiamo notato che visto la ricchezza di mandorle nei ” Cuor di Pazientina” il burro rende i biscotti molto pesanti la margarina da quel tocco di leggerezza che nella vita attuale le persone cercano …

Pesiamo tutti gl’ingredienti per garantire una costanza nel prodotto li amalgamiamo insieme partendo dalla margarina aggiungendo lo zucchero il sale quando il composto è leggermente montato inseriamo la farina e terminiamo con il composto di mandorle e zucchero preparato il giorno prima per amplificare il gusto dei ” Cuor di Pazientina”

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: